Sanremo 2023, Amadeus sulla concorrenza Mediaset: “Ci saranno conseguenze”

Il Festival di Sanremo 2023 ormai è alle porte: in una delle ultime interviste Amadeus ha parlato delle mosse di Mediaset

A poche ore dall’inizio del Festival di Sanremo 2023 non mancano le polemiche che arrivano dai diretti protagonisti. Che rilasciano tante interviste alla viglia di quello che appare l’appuntamento più importante dell’anno. A far discutere sono state nelle ultime ore le parole di Amadeus.

Il conduttore della 73esima edizione della kermesse musicale più importante d’Italia ha voluto parlare delle sue emozioni prima del debutto alla stampa. Nella città dei fuori sono arrivati ormai tutti i protagonisti, che si godono questi momenti di attesa.

Proprio in una delle ultime interviste Amadeus ha parlato degli obiettivi che si vogliono raggiungere con questa edizione del Festival. In primo luogo la Rai spera di ottenere grandi risultati negli ascolti. Battendo la concorrenza di Mediaset.

Sanremo 2023, Amadeus non le manda a dire ai vertici Mediaset

Amadeus mediaset
Amadeus (Instagram – newsweb24.it)

Proprio in merito alla scelta di Mediaset di cambiare i palinsesti per tentare di contrastare il Festival di Sanremo 2023 Amadeus ha mostrato tutte le sue perplessità intorno a questa scelta. Affermando che ci potrebbero essere delle conseguenze.

Non facili per tutti. Alludendo al rischio proprio per la concorrenza. Staremo a vedere cosa accadrà a partite da martedì prossimo, in concomitanza della giornata iniziale del Festival che vedrà l’esordio al fianco del conduttore di Chiara Ferragni.

Potrebbe interessarti anche: Elisa Isoardi, il risveglio è da brividi: fisico scolpito e curve in vista – FOTO

Potrebbe interessarti anche: Sanremo 2023: spunta già il nome del vincitore. Sovvertiti i pronostici

La celebre imprenditrice ed influencer chiuderà poi con la serata finale sempre come spalla di Amadeus. Per quel che riguarda la guerra degli ascolti tra Rai e Mediaset non resta che attendere le serata della prossima settimana a partire da martedì.