Come scegliere un buon vino al supermercato: tutti i trucchi per i consumatori

Il 2023 ha visto una significativa diminuzione nella produzione di vino in Italia, stimata tra il 20% e il 24%, principalmente a causa delle condizioni climatiche influenzate dal cambiamento climatico. Questa tendenza ha reso la scelta di un buon vino al supermercato più complessa, richiedendo un’attenzione extra da parte dei consumatori.

I prezzi dei vini di qualità, sia al supermercato che nei ristoranti, sembrano essere in aumento. I vini Igp e Dop, soprattutto nelle regioni del Centro e del Sud Italia, sono particolarmente colpiti dalla diminuzione della produzione e dalle influenze ambientali sulle materie prime.

Potrebbe interessarti anche: Miglior panettone d’Italia 2023: ecco dove mangiarlo

Attenzione all’etichetta e all’abbinamento con il pasto

E’ fondamentale godersi un buon bicchiere di vino, sia durante incontri sociali che durante serate tranquille a casa. La scelta del vino al supermercato richiede attenzione all‘etichetta e all’abbinamento con il pasto previsto. Alcune linee guida suggeriscono vini corposi per piatti strutturati, vini leggeri per piatti semplici e vini dolci per dessert.

La provenienza e il tipo di uve utilizzate sono informazioni cruciali, così come la gradazione alcolica del vino, che può indicare se è leggero o corposo. Una strategia per scegliere la bottiglia giusta è rivolgersi a piccoli produttori anziché alla grande distribuzione. Nel caso di incertezze, il prosecco può essere una scelta sicura. Le offerte in corso possono anche facilitare la scelta senza danneggiare il portafogli.

Cosa bisogna considerare per individuare un buon vino

Per individuare un buon vino al supermercato, è essenziale considerare il prezzo, evitando bottiglie al di sotto dei 5 euro e verificare la provenienza, la produzione e l’imbottigliamento. Le categorie Doc, Docg (o Dop) e Igt (o Igp) forniscono ulteriori indicazioni sulla qualità del vino.

In termini di fasce di prezzo, con una gamma di 5-8 euro, si può avere un ottimo rapporto qualità prezzo, soprattutto in regioni come Trentino e Alto Adige. Per budget più generosi, sono suggeriti vini provenienti da regioni specifiche come Chianti, Montepulciano, Cerasuolo ed Etna rosso per i rossi, e Vermentino o Chardonnay per i bianchi.

Potrebbe interessarti anche: Tisane dimagranti: come perdere peso in poche settimane

Navigare tra le scelte di vino al supermercato richiede attenzione a dettagli, soprattutto in un contesto di produzione vinicola ridotta.