Shopping natalizio, occhio alle truffe online: come evitarle

Si avvicinano la festività natalizie e, nell’arduo tentativo di scovare le migliori offerte online, il pericolo di incappare in truffe digitali è decisamente in agguato.

Il rapporto Norton Cyber Safety Insights 2023: Edizione Speciale – Stagione delle Feste sottolinea come, anche durante il periodo festivo, sia piuttosto comune cadere nelle insidie del web, soprattutto considerando le nuove tecnologie ora a disposizione dei criminali informatici. Pertanto, è imperativo prestare la massima attenzione e adoperarsi per evitare spiacevoli conseguenze.

Durante le festività del 2022, stando al rapporto di Norton, addirittura 1 italiano su 10 è stato vittima di una truffa online, e di questi, circa il 63% è finito nella rete dei criminali informatici. Riconoscere le trappole della rete richiede impegno, ma è fattibile. Con l’aumento degli acquisti online, una delle frodi più diffuse coinvolge falsi messaggi relativi agli ordini ricevuti, in cui gli utenti vengono invitati a fornire i propri dati per verificare lo stato della spedizione.

Potrebbe interessarti anche: La classifica delle città italiane dove si vive meglio: chi vince e chi perde

Truffe online: attenzione al phishing

Oltre ai virus e malware che minacciano i dispositivi, c’è il rischio di furto di dati personali, inclusi quelli relativi ai conti bancari, con conseguenze disastrose.

Il phishing è un classico senza tempo che non risparmia nemmeno il periodo natalizio. Non è raro ricevere email con link malevoli che promettono premi, sconti o bonus. Sorprendentemente dettagliate, queste frodi replicano perfettamente i siti dei grandi brand, spingendo gli utenti a inserire tutte le informazioni richieste.

Lo stesso vale per le offerte sui social network, con pagine di “sconti vantaggiosi” il cui unico fine è spesso rubare dati personali e svuotare i conti bancari.

Un altro comune attacco si verifica attraverso telefonate spam o SMS, con l’interlocutore che si presenta come rappresentante di un noto marchio o avverte dell’account violato, richiedendo i dati di accesso.

Durante il periodo natalizio, le truffe legate a falsi enti di beneficenza proliferano, sfruttando la generosità delle persone in un contesto di conflitti e disparità sociali.

Come difendersi dalle truffe online anche nel periodo natalizio

Per difendersi da queste truffe online, sebbene complesso, è possibile con un approccio critico e prudente. Prima di tutto, evitare di fornire dati personali come password e codici di accesso attraverso canali non sicuri come SMS, telefonate o email con link sospetti.

Per quanto riguarda i social network, ignorare pubblicità aggressive e cercare altrove le offerte, evitando l’advertising mirato.

Potrebbe interessarti anche: Influenza e Covid: Natale a rischio per milioni di italiani. Le previsioni degli esperti

Infine, è importante ricordare che le grandi aziende raramente comunicano tramite email o telefonate con i propri utenti, così come banche e altri servizi. Di fronte a situazioni sospette, è consigliabile verificare la veridicità delle richieste sui siti ufficiali e, eventualmente, contattare il servizio clienti e le forze dell’ordine.