Per quale ragione Harry Potter e i Doni della Morte è stato separato in due parti?

La decisione di suddividereHarry Potter e i Doni della Morte” in due parti non è stata presa solo per motivi commerciali, ma è stata una scelta basata su considerazioni pratiche e creative.

La saga di Harry Potter è una delle più amate nel mondo del cinema, con un enorme successo che ha lanciato i suoi giovani protagonisti, Daniel Radcliffe ed Emma Watson, verso la fama internazionale.

La verità su questa separazione

La serie cinematografica ha generato non solo un enorme merchandising, ma ha anche ispirato parchi a tema dedicati ad Hogwarts, oltre a locali che offrono cibi e bevande ispirati al mondo magico di Harry Potter. La saga comprende otto film, uno in più rispetto alla serie di libri, a causa della decisione di suddividere l’ultimo capitolo, “I Doni della Morte“, in due parti: Parte 1 e Parte 2.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp: la novità di condividere e visualizzare film e serie tv

Molte persone si sono chieste il motivo di questa suddivisione anziché rilasciare il film in un’unica volta. Alcuni hanno ipotizzato che fosse una mossa per aumentare ulteriormente i profitti del franchise, ma la verità è che la decisione è stata dettata dalle esigenze creative e dalla lunghezza della sceneggiatura.

Uno dei film più difficoltoso da girare per gli addetti ai lavori

Prima dell’uscita, “Harry Potter e i Doni della Morte” aveva già il titolo di franchise più redditizio per la Warner Bros., ma la produzione di ciascun film era costosa a causa degli effetti speciali avanzati. La sceneggiatura originale aveva una lunghezza superiore alle 500 pagine e il girato totale superava le 5 ore e mezza.

Per evitare che il film risultasse troppo lungo e noioso per il pubblico, la produzione ha deciso di dividerlo in due parti, con l’uscita della prima nel 2010 e la seconda l’anno successivo. Gli addetti ai lavori hanno definito “I Doni della Morte” uno dei film più difficoltosi da girare della loro carriera e la divisione in due parti è stata una soluzione per gestire la lunghezza del materiale.

Potrebbe interessarti anche:

Oggi, con gli attori principali che sono cresciuti e la possibilità di una trasposizione televisiva in lavorazione su HBO Max, i volti noti sembrano orientati a lasciare spazio a nuove interpretazioni nella prossima incarnazione della saga, prevista per la fine del 2024 o l’inizio del 2025.