Maxi sciopero in arrivo dopo le feste: aeroporti e città coinvolte

Un imponente sciopero dei trasporti è confermato, subito dopo le vacanze di Natale e Capodanno, per l‘8 gennaio 2024, secondo il calendario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), con conseguenze rilevanti sugli aeroporti e sui trasporti pubblici in diverse città.

Gli scioperi negli aeroporti causano notevoli disagi ai viaggiatori, ritardi e cancellazioni sono all’ordine del giorno. Le lunghe attese, le modifiche improvvise di itinerari e le incertezze sulle partenze generano frustrazione. I passeggeri, spesso costretti a riconfigurare i piani di viaggio all’ultimo minuto, affrontano sfide nell’organizzare le proprie giornate.

Gli aeroporti coinvolti nello sciopero

Gli aeroporti di Venezia e Treviso vedranno uno sciopero di 24 ore del personale della società Triveneto Sicurezza, programmato dalle 00:01 alle 23:59 dell’8 gennaio. Contestualmente, i sindacati OST FIT-CISL/UGL-TA hanno confermato uno sciopero di 24 ore per il personale delle società CFT e REKEEP presso l’aeroporto di Firenze, coinvolgendo attività come il carico e scarico dei bagagli e la pulizia degli aerei.

Nello stesso giorno, i lavoratori delle società ADR, responsabili dell’assistenza e della sicurezza presso l’aeroporto di Fiumicino, sciopereranno per 24 ore (dalle 00:01 alle 23:59). Sebbene i voli diretti non siano direttamente colpiti, la situazione potrebbe causare disagi considerando la rilevanza di tali reparti per la gestione dei flussi di viaggiatori.

Le città che subiranno gli effetti di sciopero nei trasporti pubblici

Parallelamente, diverse città subiranno gli effetti di scioperi nei trasporti pubblici. A Palermo, lo sciopero coinvolgerà il personale Amat per 4 ore (dalle 9:00 alle 13:00), a Pistoia il personale della società Autolinee Toscane sarà coinvolto per 4 ore (dalle 8:30 alle 12:30), mentre a Trieste lo sciopero della società RFI Doit si protrarrà per 24 ore, dalle 8:01 dell’8 gennaio alle 8:01 del 9 gennaio.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp, attenzione alla nuova truffa: come difendersi dagli attacchi

Il mese di gennaio sarà caratterizzato da altri scioperi, tra cui quelli a Pavia il 10 gennaio, Apiro il 12 gennaio, Udine il 15 gennaio, Roma il 16 gennaio e nella regione Umbria il 23 gennaio, insieme a uno sciopero aereo nazionale il 24 gennaio coinvolgendo i lavoratori della società Enav per 4 ore, dalle 13:00 alle 17:00. L’impatto di questi scioperi si estenderà su diverse fasce orarie e settori, complicando gli spostamenti e le operazioni di viaggio per chi sarà interessato.

Potrebbe interessarti anche: E’ questa la capitale europea più amata dai turisti: visite da tutto il mondo

Questi eventi non solo impattano la puntualità delle destinazioni, ma possono anche influenzare negativamente l’esperienza complessiva del viaggio, sottolineando l’importanza di soluzioni tempestive e comunicazioni trasparenti.