Delitto di Cogne, cosa fa oggi Annamaria Franzoni

Delitto di Cogne, cosa fa oggi Annamaria Franzoni e perché ha chiesto più volte di essere dimenticata? Una storia che ancora oggi fa discutere e che continua a dividere l’opinione pubblica. 

Era il 30 gennaio 2002 quando un delitto terribile sconvolse il nostro paese. Un omicidio orribile nel paese di Cogne, che finì al centro delle attenzioni mediatiche di tutto il mondo.

Le notizie diffuse in quei giorni riguardavano il tragico omicidio di Samuele, un bambino di tre anni, avvenuto nella villetta di Montroz per mano di Annamaria Franzoni. Dopo essere stata accusata di omicidio volontario, con l’aggravante del vincolo di parentela, Annamaria fu arrestata e condannata a 16 anni di reclusione, successivamente ridotti per buona condotta.

Dopo aver trascorso parte della sua pena in detenzione domiciliare, Annamaria ricostruì la sua vita, tornando al paese natio con suo marito Stefano Lorenzi. I due decisero di vivere in isolamento, evitando l’attenzione pubblica e mediatica.

Tuttavia, la storia della villetta di Montroz prese una svolta quando, a seguito di una controversia legale con l’avvocato Carlo Taormina, la proprietà fu messa all’asta. Nonostante ciò, la casa rimase di proprietà della famiglia Franzoni secondo la decisione della giustizia, dopo il saldo delle spese legali.

Cosa fa oggi Annamaria Franzoni

Dopo aver trascorso sei anni di reclusione e aver superato una perizia psichiatrica che escludeva il rischio di recidiva, Annamaria Franzoni trascorse solo altri cinque anni agli arresti domiciliari, ottenendo la libertà 11 anni dopo l’orrendo delitto di Samuele.

Oggi, desiderosa di voltare pagina e dimenticare il passato doloroso, la Franzoni ha deciso di ricominciare da capo insieme al marito. Hanno trascorso l’ultimo Capodanno a Cogne, nella loro residenza che fu il centro di un complicato processo giudiziario per anni.

Attualmente, Annamaria Franzoni e Stefano Lorenzi hanno scelto di vivere lontani dai riflettori e dalla televisione, lontani sia dai figli cresciuti che dalla pubblicità. Nonostante l’omicidio tragico che li ha coinvolti, la coppia ha deciso di rifondare la propria vita.

Annamaria gestisce ora l’agriturismo di famiglia nel paesino di Monteacuto Vallese, una frazione di circa seicento abitanti nel comune di San Benedetto Val di Sambro, nella provincia bolognese. La loro storia, pur essendo entrata a far parte della cultura di massa italiana, è ormai diventata una pagina del passato.

Potrebbe interessarti anche: Chiara Ferragni, ritirate anche le chewing gum dal mercato: cosa sta accadendo