Un angolo di paradiso con 120 abitanti: una meta da sogno per i turisti

Nascosto tra gli intricati sentieri dell’outback australiano, si cela un luogo incantato, un tesoro segreto del continente rosso che attende di essere scoperto. Immerso nella vastità selvaggia del territorio, questo angolo di paradiso rimane sconosciuto, un’isola di tranquillità e meraviglia nascosta.

Qui, la natura regna sovrana, dipingendo paesaggi mozzafiato di rosse scogliere, lussureggianti foreste e lagune cristalline, dove la vita selvatica si muove liberamente. I suoni della fauna locale e il vento che sussurra tra gli alberi creano un’atmosfera magica, invitando gli avventurosi viaggiatori a esplorare i segreti di questa terra remota. È un luogo intriso di storia e cultura aborigena, un luogo che offre un’esperienza indimenticabile a coloro che osano avventurarsi in questo paradiso nascosto dell’Australia.

Come si chiama questa oasi nascosta che ha un passato leggendario

Nell’ampio panorama dei luoghi dal fascino unico, Seventeen Seventy emerge come un’oasi nascosta di bellezza e storia. Questo villaggio, noto anche come 1770 o Town of 1770, racchiude un passato leggendario, essendo stato testimone del secondo sbarco di James Cook e dell’Endeavour nel maggio del 1770. La sua denominazione insolita, Seventeen Seventy, si ricollega proprio all’anno di questo importante evento storico, sostituendo il precedente nome di Round Hill. Nel 1936, ricerche approfondite sull’area hanno riconosciuto la sua rilevanza storica, consolidando così il suo nome attuale.

Oggi, Seventeen Seventy si presenta come un’incantevole comunità costiera all’interno della regione di Gladstone, nel Queensland australiano. Nonostante la sua piccola popolazione, offre una vasta gamma di attività e attrazioni per i visitatori. Circondato dal Mar dei Coralli, questo luogo incantevole invita a immergersi nella natura selvaggia e a godersi una serie di attività, tra cui paddle, pesca, nuoto e surf.

Le attrazioni e le esperienze da vivere

Le sue attrazioni non finiscono qui: il Promontorio di Round Hill ospita ancora l’ancora della “MV Countess Russell”, naufragata nel 1873. Il tramonto sulla magnifica Bustard Bay regala spettacoli unici, mentre il monumento dedicato a Captain Cook, sulla Captain Cook Drive, offre una finestra sulla storia della zona. Inoltre, tra novembre e gennaio, i visitatori possono assistere all’emozionante deposizione delle uova delle tartarughe sulle spiagge. Lady Musgrave Island, con la sua ricca vita marina e la fitta foresta di casuarina e pisonia, rappresenta un’altra tappa imperdibile.

Il Parco Nazionale Deepwater e il Parco Nazionale Eurimbula offrono esperienze uniche immerse nella natura selvaggia, con una varietà di paesaggi e fauna autoctona. Tuttavia, molte delle attività, come le crociere sulla barriera corallina, richiedono l’organizzazione di escursioni guidate. Seventeen Seventy offre una straordinaria opportunità di scoperta e avventura, permettendo ai visitatori di immergersi completamente nella meravigliosa natura selvaggia dell’Australia.

Potrebbe interessarti anche: Spiaggia di Tindari: storia, leggenda e bellezze naturali