Dieta chetogenica: quali alimenti sono da evitare

Ci sono degli alimenti che si devono evitare con la dieta chetogenica? Andiamo a scoprire quali, ma anche i vantaggi che si potranno avere per il nostro organismo con questo vero e proprio stile di vita da adottare. 

Sono tantissime le persone che si affidano alla dieta chetogenica per perdere peso e in generale per adottare un’alimentazione equilibrata. Il concetto fondamentale di questa dieta ruota attorno alla significativa riduzione dell’assunzione di carboidrati, accompagnata dall’aumento dell’assunzione di grassi, con l’intento di spingere il corpo verso uno stato di chetosi.

La katosi rappresenta una condizione in cui il corpo privilegia la combustione di grassi per produrre energia, in contrasto con l’utilizzo di carboidrati.

Per impedire al corpo di ritornare ai normali processi metabolici basati sui carboidrati, è imperativo limitare il consumo di alimenti ricchi in essi, mantenendosi generalmente entro un limite giornaliero di circa 30-50 grammi.

Dieta chetogenica, gli alimenti da evitare

Tutte le persone che intraprendono la strada della dieta chetogenica devono assolutamente evitare i seguenti alimenti:

  1. Zuccheri in qualsiasi forma.
  2. Cereali e prodotti derivati: pane, pasta, riso, cereali integrali, cereali per la colazione e prodotti da forno ricchi di carboidrati (come pizza, focacce, prodotti farinacei, …).
  3. Legumi: fagioli, lenticchie, ceci, … Il tofu potrebbe essere un’eccezione, essendo un derivato della soia spesso privo di carboidrati (ma è consigliabile verificare l’etichetta).
  4. Tuberi: patate, patate dolci e altri tuberi, tutti ricchi di carboidrati.
  5. Frutta ad alto contenuto di zuccheri: banane, mele, arance e uva, a causa del loro elevato contenuto di zuccheri naturali, dovrebbero essere limitate o evitate. In genere, si preferiscono i frutti di bosco.
  6. Dolci e alimenti zuccherati: prodotti come dolci, gelati, caramelle e bevande zuccherate a causa del loro alto contenuto di zuccheri.
  7. Alcune verdure: nonostante le verdure siano solitamente consigliate, alcune come le carote contengono più carboidrati e dovrebbero essere consumate con moderazione. In generale, sono ammesse le verdure a foglia verde (lattuga, insalate in generale, sedano, broccoli, rucola, spinaci, cavolfiori, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, finocchi, cetrioli, peperoni verdi, …).
  8. Alimenti e bevande leggeri: molti prodotti leggeri o dietetici contengono dolcificanti artificiali o zuccheri aggiunti che possono influenzare la chetosi; consentiti sono Stevia, sucralosio, eritritolo, xilitolo, aspartame, acesulfame. Al contrario, sono da evitare sostituti dello zucchero come miele, maltodestrine, sciroppo d’agave, … I succhi di frutta sono sicuramente da evitare.
  9. Alcol: vari tipi di alcolici (come vino e birra) contengono carboidrati e l’alcol può interferire con il metabolismo dei grassi, ostacolando la chetosi.
  10. Cibi pronti (a meno che siano specificamente preparati per chi segue la dieta chetogenica).

Resta fondamentale tenere presente che la dieta chetogenica rappresenta un approccio aggressivo e potenzialmente a rischio di carenze nutrizionali; pertanto, si consiglia di consultare un nutrizionista per sviluppare un piano alimentare che soddisfi le esigenze di tutti i nutrienti essenziali.

Potrebbe interessarti anche: Come evitare i furti in casa, parla una ladra di professione