Macchie di unto dai mobili, come rimuoverle rapidamente. Il trucco

Come rimuovere le macchie di unto dai mobili? C’è un trucco che in pochi conoscono e che permette di risolvere rapidamente uno dei problemi più comuni nella case degli italiani

Quello delle macchie di unto sui mobili delle nostre case rappresenta un grosso problema in tema di faccende domestiche giornaliere. Soprattutto quando ci si trova tra i fornelli, è facile creare macchie di ogni tipo sulle superfici della cucina, che si tratti di friggere, soffriggere la cipolla o mescolare il sugo.

La soluzione migliore per rimuovere lo sporco consiste nell’utilizzare un panno morbido imbevuto in acqua calda saponata, intervenendo tempestivamente. Purtroppo, durante la cottura, questo non è sempre possibile. Lasciando asciugare le macchie, diventa molto più complicato eliminarle completamente, senza lasciare residui di grasso. Ci sono a tal proposito alcuni trucchi pratici da provare in cucina che possono aiutare a risolvere questo problema.

Gran parte delle cucine, che siano di stile classico o moderno, sono costruite con il legno, un materiale resistente e versatile perfetto per adattarsi a qualsiasi stile. Che sia al naturale, laccato o laminato, il legno è indiscutibilmente l’elemento principale dei mobili domestici, soprattutto in cucina, grazie alle sue eccellenti proprietà. Anche nella pulizia, il legno è facile da trattare, bastano pochi ingredienti naturali per farlo tornare al suo splendore originale ed eliminare qualsiasi macchia, anche quella più ostinata.

Tutti i rimedi per eliminare le macchie di unto dai mobili

Per le macchie di unto, esistono alcuni rimedi naturali molto utili. Uno di essi prevede l’uso di aceto di vino bianco, un ingrediente versatile nelle pulizie domestiche grazie alle sue proprietà sgrassanti. Se l’unto è particolarmente persistente, si può combinare l’azione sgrassante dell’aceto con un comune detersivo per piatti. Un altro alleato contro le macchie di unto è il limone, un potente sgrassatore naturale.

Anche il piano di lavoro della cucina, se realizzato in legno, quarzo o marmo, può essere soggetto a macchie di grasso di cottura. In caso di piano in marmo, si consiglia precauzione, poiché il contatto con sostanze acide come aceto e limone potrebbe danneggiarlo. Per i piani in legno o quarzo, si possono seguire i rimedi precedentemente descritti.

Nel caso del marmo, il bicarbonato di sodio diventa il rimedio ideale. Per le parti in metallo, come maniglie e cappa, l’aceto di vino bianco e il bicarbonato di sodio sono ancora una volta la soluzione vincente.

Potrebbe interessarti anche: Obbligo cambio caldaia: quando scatta e quali bonus si possono ottenere