Da Belen a Chiara Ferragni: i look memorabili a Sanremo

Sanremo è un trionfo di moda e stile, dove le celebrità si esibiscono in outfit indimenticabili. Il Festival è un trionfo di eleganza e provocazione.

Nel 5 Febbraio 2024, si celebra la 74esima edizione del Festival di Sanremo, non solo un palcoscenico per la musica italiana, ma anche una passerella dove gli artisti mostrano abiti da red carpet indimenticabili o commettono scivoloni di stile memorabili.

Alcuni di questi outfit sono entrati nella storia del Festival, lasciando un’impronta indelebile nella memoria collettiva. Altri hanno suscitato scalpore per le loro audaci scollature, lingerie in vista, piume e spacchi vertiginosi, sfiorando forse il limite del buon gusto. Tuttavia, chi li ha indossati ha influenzato indiscutibilmente la moda, anche se in modo talvolta controverso.

L’abito eclatante di Belen e il look con messaggi potenti della Ferragni

Tra gli esempi più eclatanti, c’è l’abito bicolor di Fausto Puglisi per Belen Rodriguez nel 2012, caratterizzato da uno spacco vertiginoso che ha fatto scalpore. Anche Anna Oxa ha fatto parlare di sé nel 1999, quando ha mostrato un tanga nero con pantaloni a vita bassa, firmato da Tom Ford per Gucci. Loredana Bertè ha stupito nel 1986 con un minidress in lattice nero e borchie, mentre Patty Pravo ha lasciato il segno nel 1984 con una tunica bianca poco adatta al suo incarnato pallido e capelli cotonati.

Per quanto riguarda i look più sensuali, Sabrina Salerno e Jo Squillo hanno fatto parlare di sé con calze a rete, bikini di pelle e vestiti provocanti per l’esibizione di ‘Siamo donne’. Laura Pausini, invece, ha optato per giacche oversize da marinaio nel 1993, una scelta non particolarmente azzeccata ma che ha comunque segnato il suo debutto. Achille Lauro ha impressionato con outfit mozzafiato nel 2020, vestendo i panni di personaggi iconici come David Bowie e San Francesco. Chiara Ferragni, nel suo debutto televisivo, ha scelto quattro look con messaggi potenti contro odio, violenza e sessismo, tra cui l’indimenticabile “Pensati Libera” sulla stola bianca dell’abito Dior.

Mahmood e Blanco hanno vinto l’Ariston nel 2022 con look da brividi, mentre Laetitia Casta è tornata nel 2014 con un elegante abito color ghiaccio di Givenchy Haute Couture. Noemi ha brillato nell’edizione 2021 con un abito da sera in tulle ricamato a mano e ricoperto di Swarovski, mentre Elodie ha stupito con abiti scultura firmati da Atelier Versace, Giambattista Valli e Oscar de la Renta. Vittoria Ceretti ha scelto creazioni di Valentino Couture, Armani Privé e Atelier Versace nel 2021, mentre i Maneskin hanno conquistato tutti con una serie di look firmati da Etro, inclusa la famosa tutina effetto nude indossata durante la finale.

Potrebbe interessarti anche:  Sanremo 2024: la reazione dei cantanti esclusi dopo l’annuncio di Amadeus