Sanremo 2024, quanto guadagnerà il vincitore: le cifre

Il Festival di Sanremo al centro delle attenzioni: scopriamo quanto guadagnerà il vincitore dell’edizione 2024 condotto ancora da Amadeus. 

In queste ore non si parla d’altro che del Festival di Sanremo 2024, condotto per il quinto anno consecutivo da Amadeus. Non solo musica artisti e spettacolo al centro delle attenzioni, ma anche tutto quello che riguarda i protagonisti della manifestazione canora più attesa dell’anno, compreso tutto quello che riguarda i loro compensi.

Oltre alle retribuzioni dei conduttori, infatti, in tanti si chiedono se è contemplato un premio in denaro per i cantanti partecipanti al concorso. E nel caso di vittoria, oltre al prestigio, ci sono soldi da riscuotere? Insomma, qual è il guadagno effettivo del vincitore e degli altri concorrenti?

Cosa si sa sui riconoscimenti? L’attesa per il Festival di Sanremo è sempre alta tra gli appassionati e coloro che desiderano scoprire le performance dei 30 artisti in gara, con vari premi in palio per il vincitore e coloro che si piazzano bene.

I premi previsti dal regolamento

Il regolamento del Festival di Sanremo 2024 prevede l’assegnazione di vari premi, tutti definiti “simbolici”, tra cui:

  • Il premio per la Migliore interpretazione (durante la serata Cover);
  • Il premio della Critica;
  • Il premio per il Miglior testo;
  • Il premio per la Migliore composizione musicale. Pertanto, non ci sono premi in denaro: i cantanti non ricevono alcuna forma di compensazione economica per la loro partecipazione al Festival di Sanremo, indipendentemente dalle loro performance e dal loro posizionamento finale.

Ma c’è di più. A parte un rimborso minimo garantito dalla Rai, i cantanti e le case discografiche ammesse devono sostenere autonomamente tutte le spese relative al loro soggiorno, vitto e alloggio inclusi. In definitiva, partecipare al Festival porta vantaggi per tutti, anche per chi non vince. Durante i 5 giorni di Sanremo, infatti, si ha un’eccezionale visibilità mediatica.

Oltre alla presenza di tutti i principali media nazionali e internazionali, i cantanti hanno l’opportunità di esibirsi nel più prestigioso programma televisivo italiano, raggiungendo milioni di spettatori. E con la conduzione di Amadeus, sono stati registrati dati eccezionali, battendo record su record in termini di audience.

Il contributo della Rai alle spese delle case discografiche

Tuttavia, nel regolamento è prevista la possibilità che la Rai copra alcune spese sostenute dalle case discografiche dei cantanti in gara. Ecco il passaggio pertinente:

“Al solo scopo di favorire e agevolare la partecipazione degli artisti all’evento, anche considerando i diritti riconosciuti alla Rai in base al presente regolamento, la Rai, senza assumersi alcun obbligo in tal senso, potrà contribuire alle spese sostenute dalle case discografiche per la partecipazione dei loro artisti a Sanremo 2024 e/o riconoscere un contributo alle case discografiche in relazione allo sfruttamento dei diritti su piattaforme di terzi, il tutto in misura analoga a quanto riconosciuto per la precedente edizione del Festival”.

Potrebbe interessarti anche: Sanremo 2024, quanto guadagneranno i conduttori: i cachet