Questo paese ha l’aria più pulita al mondo: ma anche una bellezza rara

Questo paese ha l’aria più pulita al mondo ma anche una bellezza rara: i turisti amano in modo particolare questa località anche di vacanza. 

La consapevolezza dei luoghi più inquinati del mondo è ormai diffusa. Paesi asiatici come l’India e il Pakistan detengono il triste primato, mentre in alcune città italiane, soprattutto nella Pianura Padana, l’inquinamento atmosferico è un problema crescente. Ma dove possiamo trovare un’aria così pura da riempire i nostri polmoni senza rischiare di “avvelenarci”?

Sebbene l’istinto possa spingerci a pensare immediatamente alle nazioni del Nord Europa, come la Finlandia o l’Islanda, il primo posto in classifica è in realtà occupato da un’isola relativamente sconosciuta nell’Oceano Pacifico occidentale: Guam, la più meridionale dell’arcipelago delle Marianne.

Questo dato emerge dall’ultimo rapporto della piattaforma svizzera IQAir, che fornisce anche dati in tempo reale sui livelli di inquinamento in varie regioni del mondo. L’analisi si basa sui risultati ottenuti nel corso del 2022 da oltre 30.000 stazioni di monitoraggio sparse in migliaia di località in 131 Stati e regioni globali. Guam, con una media annua di soli 1,3 µg/m3 di PM 2,5, si posiziona al primo posto, rendendo Tamuning il luogo con l’aria più pura in questo paradiso tropicale caratterizzato da spiagge bianche e mare cristallino.

Le location migliori per qualità dell’aria

A seguire, nella classifica delle aree con aria pulita, troviamo la Polinesia Francese nell’Oceano Pacifico e le Isole Vergini (USA) nel Mar dei Caraibi. Ecco quindi la top 10 dei territori con la migliore qualità dell’aria, rispettando gli standard dell’OMS. Tuttavia, dobbiamo anche considerare i luoghi in cui respirare è diventato un’impresa quasi impossibile a causa dell’inquinamento.

In cima alla lista nera troviamo il Ciad, nella regione centrale dell’Africa, con una media annua di particolato fino a 89,7 μg/m³, praticamente 18 volte il limite stabilito dall’OMS (pari a 5 μg/m³). Seguono l’Iraq e il Pakistan. Questi dati ci spingono a riflettere sull’urgente necessità di adottare misure per contrastare l’inquinamento atmosferico e garantire un ambiente sano per le generazioni future.

A questo punto non vi resta che scegliere quale tra queste sopra elencate può rappresentare la meta migliore per il vostro prossimo viaggio guardando non solo alle bellezze ma anche alla salute considerando che adesso potete scegliere anche la migliore qualità dell’aria.

Potrebbe interessarti anche: Il borgo che riporta indietro nel tempo: un viaggio tra storia e “vinedde”