Allerta Dengue in Italia: aumentano i controlli. La situazione

L’aeroporto di Roma Fiumicino è entrato in stato di allerta mentre l’incidenza della dengue, un virus trasportato dalle zanzare, continua a crescere in alcune parti del mondo, in particolare in Brasile e Argentina.

Questo incremento dei casi ha portato le autorità aeronautiche a innalzare il livello di sorveglianza a codice giallo per prevenire la diffusione del virus nel territorio italiano. La dengue è una malattia virale trasmessa dalle zanzare, caratterizzata da febbre alta, dolori muscolari e articolari, e può portare a complicazioni gravi in alcuni casi.

La situazione in Argentina è particolarmente preoccupante, poiché il virus si è diffuso rapidamente oltre i confini con Bolivia e Paraguay, estendendosi fino quasi alla Patagonia e aumentando i casi di contagio di cinque volte rispetto agli anni precedenti. Questa espansione geografica del virus ha messo in guardia le autorità sanitarie internazionali sull’importanza di adottare misure preventive rigorose per contenere la sua diffusione.

Di conseguenza, sono stati intensificati i controlli sugli aerei provenienti dal Sudamerica, con l’obiettivo di ridurre al minimo il rischio di importazione di zanzare infette. I passeggeri e il personale aeroportuale sono stati istruiti su come riconoscere i sintomi della dengue e su come proteggersi dalle punture di zanzara durante il loro soggiorno in regioni a rischio.

Intensificazione dei controlli per proteggere la salute pubblica

Intensificazione dei controlli per proteggere la salute pubblica
Intensificazione dei controlli per proteggere la salute pubblica

Questa serie di misure mira a prevenire la trasmissione locale del virus, considerando che le zanzare potrebbero trasmettere il patogeno a persone non infette. Il coinvolgimento dell’aeroporto di Fiumicino in questo sforzo di prevenzione è cruciale, dato il suo ruolo centrale nel traffico aereo internazionale e nel collegamento con regioni ad alto rischio di diffusione della malattia.

Tuttavia, è importante sottolineare che il rischio di contrarre la dengue a Fiumicino rimane basso, poiché il virus viene trasmesso principalmente attraverso la puntura di zanzare infette, e non attraverso il contatto diretto da persona a persona. Nonostante ciò, la vigilanza e la prontezza nel prendere misure preventive sono fondamentali per evitare la diffusione del virus e proteggere la salute pubblica.

L’innalzamento del livello di sorveglianza e l’intensificazione dei controlli a Fiumicino sono un segnale dell’attenzione delle autorità verso la protezione della salute pubblica e della sicurezza aerea. Queste misure riflettono l’importanza di una risposta coordinata e preventiva di fronte alle minacce alla salute globale, come la diffusione della dengue, e evidenziano l’importanza di una collaborazione internazionale nella lotta contro le malattie trasmissibili.

Potrebbe interessarti anche: Febbre Dengue in Italia: sintomi e cosa fare. La circolare dal ministero