Estate 2024, aumentano i prezzi dei voli: i motivi dei rincari

Estate 2024, aumentano i prezzi dei voli: i motivi dei rincari. Brutte notizie per i viaggiatori che troveranno delle tariffe salate per le prossime ferie estive. 

Si profila un’ombra di incertezza sui costi dei viaggi aerei in vista delle tanto attese vacanze estive, preoccupando coloro che stanno pianificando le proprie avventure. Secondo quanto riportato da fonti vicine a Ryanair, i prezzi dei voli estivi in Europa potrebbero subire un aumento fino al 10%, a causa di problemi riscontrati con gli aeromobili Boeing e Airbus.

Michael O’Leary, CEO di Ryanair, ha spiegato che la compagnia low-cost sta aspettando la consegna di 50 aeromobili Boeing Max 737-8200. Tuttavia, a seguito dell’incidente occorso a un Boeing Max-9 di Alaska Airlines lo scorso 5 gennaio, il produttore statunitense ha intensificato i controlli di qualità, causando ritardi nella produzione e nelle consegne dei velivoli, su cui Ryanair basa gran parte dei suoi piani per le rotte estive.

“Abbiamo programmato l’estate 2024 con l’acquisizione di 50 aeromobili. Se ne riceveremo solo 40-45 entro la fine di marzo, potremmo dover apportare tagli al programma, soprattutto su rotte con elevate frequenze giornaliere”, ha dichiarato O’Leary, citato dal Guardian.

I motivi dei rincari dei costi dei voli

I motivi dei rincari dei costi dei voli
I motivi dei rincari dei costi dei voli

O’Leary ha continuato affermando che la crescita della compagnia sarà limitata, il che si tradurrà in tariffe più elevate in Europa quest’estate. Ha sottolineato che le tariffe medie durante l’estate 2023 sono aumentate del 17%, ma si prevede un aumento più contenuto, compreso tra il 5% e il 10%. Anche se ci si aspetta che gli aumenti siano inferiori rispetto al periodo post-pandemico, avranno comunque un impatto significativo sui progetti di vacanza di molti europei abituati a viaggiare a basso costo.

Riguardo alla questione Boeing, O’Leary ha aggiunto di essere d’accordo con la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti nel limitare i tassi di produzione dei Boeing fino a quando non saranno risolti i dubbi sulla qualità. Ha anche menzionato le trattative per ottenere un risarcimento per i ritardi nelle consegne.

La Boeing ha comunicato che alcuni programmi di consegna potrebbero subire modifiche poiché stanno dedicando il tempo necessario per garantire che ogni aeromobile consegnato sia di alta qualità e soddisfi tutti i requisiti normativi e dei clienti. La società ha espresso profondo rammarico per l’impatto sul cliente Ryanair e ha assicurato di lavorare su un piano globale per migliorare la qualità del 737 e le prestazioni di consegna.

Potrebbe interessarti anche: Stabilimenti balneari: i prezzi per l’estate 2024