Facebook, come si può bloccare il tracciamento sui propri dati

Facebook, come si può bloccare il tracciamento sui propri dati? Andiamo a scoprire un metodo importante per arginare questo fenomeno. 

Facebook è impegnato nel nell’ultimo periodo nel tracciamento costante delle attività online degli utenti al fine di personalizzare le inserzioni pubblicitarie e migliorare l’efficacia delle proprie strategie di marketing. Tuttavia, esistono diverse misure che gli utenti possono adottare per limitare o bloccare questo tipo di tracciamento. Si tratta di una pratica che è malvista da milioni di persone in tutto il mondo.

Che non gradiscono questa “invasione della privacy” da parte dei gestori del celebre social. Il Centro gestione account di Meta, la società madre di Facebook e Instagram, offre diverse opzioni per controllare il tracciamento da parte di Facebook. Per iniziare, gli utenti possono accedere alle impostazioni del proprio account Facebook tramite il browser o l’app e selezionare l’opzione del Centro gestione account.

All’interno del Centro gestione account, gli utenti possono esplorare le impostazioni relative alla condivisione delle proprie informazioni con terze parti. Ad esempio, è possibile limitare la condivisione delle proprie attività esterne con aziende terze che collaborano con Meta. Inoltre, è possibile gestire i cookie, sia quelli facoltativi utilizzati da Meta per personalizzare l’esperienza degli utenti, sia quelli di altre aziende utilizzati per la pubblicità al di fuori delle piattaforme Meta.

Come si può bloccare il tracciamento su Facebook

Come si può bloccare il tracciamento su Facebook
Come si può bloccare il tracciamento su Facebook

Le Preferenze relative alle inserzioni rappresentano un’altra area importante in cui gli utenti possono intervenire per controllare il tracciamento e personalizzare la propria esperienza pubblicitaria su Facebook e altri social. Questo permette agli utenti di evitare di visualizzare inserzioni indesiderate nel proprio feed.

Oltre al controllo tramite browser o app, gli utenti possono anche gestire le autorizzazioni dell’app di Facebook direttamente sul proprio dispositivo mobile. Su dispositivi iOS, ad esempio, è possibile modificare le autorizzazioni dell’app nelle impostazioni, inclusa l’opzione per disattivare il tracciamento. Anche su dispositivi Android, gli utenti possono gestire le autorizzazioni dell’app attraverso le impostazioni del dispositivo, impedendo l’accesso ai dati sensibili come la posizione.

Sfruttando le opzioni disponibili nel Centro gestione account di Meta e le impostazioni dell’app, gli utenti possono limitare in modo significativo il tracciamento delle proprie attività da parte di Facebook, consentendo loro di mantenere un maggiore controllo sulla propria privacy online.

Potrebbe interessarti anche: Quali Galaxy avranno la AI: l’annuncio Samsung