In Italia è ancora caos passaporti: cosa c’è da sapere

A distanza di più di un anno dall’allarme iniziale, il problema dei passaporti in Italia sembra essere ancora lontano da una risoluzione concreta.

Viaggiare è un’esperienza intrisa di scoperta e avventura. Dalla quiete delle montagne alla frenesia delle metropoli, ogni luogo offre un viaggio unico e indimenticabile. Però, le ultime notizie confermano che ottenere un passaporto è diventato un’impresa ardua, con tempi di attesa che possono estendersi anche per anni, soprattutto nelle città più grandi. Questa situazione continua a mettere in ginocchio l‘industria turistica, già pesantemente colpita dalla pandemia e ora in fase di ripresa.

Nonostante i segnali di ripresa nel settore turistico dopo il lungo periodo di lockdown dovuto alla pandemia, l’ottenimento dei passaporti rimane un ostacolo significativo. L’affollamento negli aeroporti e le difficoltà delle compagnie aeree nel riprendere i normali ritmi di volo sono solo alcuni degli altri problemi che si sono presentati con la ripresa dei viaggi.

I lunghi tempi di attesa per la richiesta del passaporto

I lunghi tempi di attesa per la richiesta del passaporto
I lunghi tempi di attesa per la richiesta del passaporto

La richiesta di passaporti, sia per nuove richieste che per rinnovi, è diventata un vero incubo. I lunghi tempi di attesa hanno costretto molti viaggiatori a rinunciare alle proprie vacanze, causando perdite significative per l’industria turistica. Secondo le stime delle associazioni di settore, nel biennio 2022-2023, i tour operator e le agenzie di viaggi hanno subito perdite di circa 300 milioni di euro, pari a circa 167.000 viaggi.

Nonostante siano passati oltre due anni dall’inasprimento della situazione, non si è ancora registrato un miglioramento significativo. Molti residenti, soprattutto nelle grandi città, trascorrono ore sul sito web dell’Agenda online cercando disperatamente di ottenere un appuntamento per richiedere o rinnovare il passaporto, sperando di poter viaggiare nella prossima estate. Tuttavia, in molte aree del paese, i tempi di attesa possono ancora raggiungere i due anni, rendendo impossibile pianificare viaggi con tempestività. Chiamare direttamente le autorità competenti è spesso inutile, poiché è obbligatorio prenotare attraverso il sito web.

Le associazioni di settore stanno lanciando un nuovo appello al Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, sollecitando un intervento urgente per risolvere il caos dei passaporti. Franco Gattinoni, presidente della Federazione Turismo Organizzato (FTO) Confcommercio, ha espresso la sua frustrazione riguardo alla persistenza di questo problema nonostante gli appelli ripetuti delle associazioni. Trovare una soluzione rapida è diventato una priorità assoluta per garantire il pieno funzionamento del settore turistico italiano.

Potrebbe interessarti anche: Come organizzare un viaggio in Kenya tra safari e mare