Sta succedendo qualcosa di preoccupante alle nostre api: il motivo spaventa

Il miele, prodotto prezioso e antico, rappresenta solo una parte del ruolo vitale svolto dalle api nell’ecosistema.

Esplorare l’affascinante mondo di queste instancabili impollinatrici e dei loro prodotti, diventata molto interessate. Purtroppo, le api in Italia stanno affrontando una situazione critica a causa della cosiddetta “finta primavera”, come evidenziato dal monitoraggio condotto dalla Coldiretti.

Nonostante le temperature al di sopra della media e le giornate che sembrano più appropriate per il mese di aprile che per febbraio, questo fenomeno ha conseguenze disastrose per l’ecosistema. Coldiretti ha sollevato l’allarme riguardante le api, rivelando che circa 50 miliardi di esse sono state ingannate dal clima insolitamente mite e si sono risvegliate in anticipo rispetto al normale ciclo naturale.

Qual è il motivo di questa situazione critica che sta portando gravi conseguenze

Ape
Ape

Secondo i dati emersi dal monitoraggio dell’associazione agricola, l’inverno eccezionalmente caldo seguito da un 2023 caratterizzato da una diminuzione del 14% delle precipitazioni e da temperature superiori di 1,14 gradi rispetto alla media storica, stanno avendo gravi ripercussioni sulle api. Queste temperature anomale hanno portato all’uscita anticipata delle api dagli alveari, mettendole a rischio di morire per il freddo se sorprese fuori dalle arnie al calare del sole.

La situazione è aggravata dalla carenza di fioriture, che costringe le api a consumare energia senza avere una quantità sufficiente di raccolti disponibili, accentuando così il problema della siccità e della conseguente mancanza di risorse idriche. Di fronte a questo scenario, i produttori sono costretti a intervenire fornendo alimentazione zuccherina per sostenere le famiglie di api e prevenire perdite significative.

Le conseguenze di questa crisi si ripercuotono pesantemente sulla produzione di miele, che nel 2023 ha registrato uno dei raccolti più scarsi degli ultimi dieci anni, a causa della progressiva tropicalizzazione del clima. Inoltre, sono a rischio la resa e la qualità di tre quarti delle colture alimentari dipendenti dall’impollinazione delle api.

Questo deterioramento delle condizioni delle api non è solo un indicatore dello stato di salute dell’ambiente, ma anche un campanello d’allarme per le criticità e le difficoltà che l’agricoltura italiana sta affrontando. I cambiamenti climatici impongono una nuova sfida per il settore agricolo, che deve adottare strategie innovative e sostenibili per fronteggiare gli effetti avversi sulle colture, sulla gestione delle risorse idriche e sulla sicurezza del territorio.

La situazione attuale delle api in Italia richiede un’azione urgente e coordinata per preservare non solo queste importanti specie, ma anche l’intero ecosistema agricolo e ambientale.

Potrebbe interessarti anche: Tagliere di legno, non commettere questo errore nel lavaggio