La dieta perfetta in 4 mosse: come sfatare i falsi miti

La dieta perfetta in 4 mosse: come sfatare i falsi miti. Andiamo a scoprire tutti i passaggi fondamentali per arrivare a perdere peso. 

Prepararsi per l’estate e migliorare la forma fisica diventa una priorità per molti quando si avvicina la stagione dei costumi da bagno. Tuttavia, ci sono modi più intelligenti per affrontare questo obiettivo senza dover ricorrere a calcoli complessi di calorie o pesare ogni singolo alimento. Secondo Franco Berrino, esperto nel campo della medicina preventiva e direttore presso l’Istituto dei Tumori di Milano, ci sono quattro trucchi fondamentali che possono rendere il processo di perdita di peso più semplice e sano.

Il primo trucco è una pratica apparentemente banale ma efficace: masticare bene. Uno studio ha dimostrato che masticare più a lungo non solo aiuta a ridurre l’appetito, ma influisce anche sulla produzione di ormoni nell’apparato digerente. Questo processo porta a una diminuzione della grelina, l’ormone responsabile della stimolazione dell’appetito, e all’aumento di colecistochinina e GLP1, che contribuiscono a ridurre la glicemia e favorire la perdita di peso nel tempo.

Il secondo trucco riguarda l’orario dei pasti, in particolare della cena. Uno dei suggerimenti è cenare presto, dando almeno 14 ore di digiuno prima della colazione del mattino successivo. Questo periodo di digiuno prolungato può favorire la perdita di peso. Inoltre, optare per una cena leggera o addirittura saltarla del tutto può essere benefico, come dimostrato da uno studio su donne sovrappeso che hanno seguito una dieta leggermente ipocalorica.

Come perdere sfatando i falsi miti

La scelta degli alimenti è il terzo aspetto chiave per perdere peso in modo sano. Berrino raccomanda di privilegiare verdure a basso contenuto calorico, cereali integrali come il riso integrale e il pane vero integrale, evitando farine raffinate e cibi con un alto indice glicemico. È importante anche fare attenzione agli zuccheri aggiunti negli alimenti confezionati, preferendo opzioni più naturali.

Infine, è essenziale limitare il consumo di cibi dannosi per la salute e per la perdita di peso. Uno studio condotto dall’Università di Harvard ha identificato alcuni alimenti che contribuiscono all’accumulo di peso, tra cui patatine, bevande zuccherate, carni lavorate e farine raffinate. Anche se le proteine sono importanti, è consigliabile non eccedere nel consumo, specialmente di proteine animali, che possono portare a un aumento di peso se consumate in eccesso.

Bisogna quindi tenere presente che peso e mantenere una buona forma fisica non richiede necessariamente di contare ogni caloria. Con una combinazione di abitudini alimentari salutari, orari dei pasti appropriati e una selezione oculata degli alimenti, è possibile raggiungere i propri obiettivi di perdita di peso in modo sostenibile e senza troppo sforzo.

Potrebbe interessarti anche: Consumare troppe proteine aumenta i rischi di infarto