“Sono malato”: Platinette spiazza i fan. La causa della sua obesità

Mauro Coruzzi, meglio conosciuto come Platinette, condivide apertamente il suo percorso con l’obesità, una battaglia iniziata a 18 anni a causa di una delusione amorosa.

Attivo nel mondo dell’intrattenimento dagli anni settanta, questo noto personaggio italiano ha conquistato il pubblico televisivo negli anni novanta. Scoperto da Maurizio Costanzo, ha lasciato un’impronta indelebile con il suo stile eccentrico, abbigliamento audace e umorismo tagliente. Negli anni duemila, ha ampliato il suo raggio d’azione, conducendo programmi radiofonici di successo e partecipando a trasmissioni televisive sia come conduttore che come ospite.

Oltre alla sua carriera sui media, ha anche scritto libri, inciso musica e persino calcato il palco del Festival di Sanremo. L’obesità, afferma Platinette, è una malattia che non dovrebbe portare vergogna; al contrario, sottolinea come sia una patologia complessa che coinvolge anche la sfera mentale, richiedendo un approccio multidisciplinare con il coinvolgimento degli psicologi.

La chirurgia bariatrica e il suo recente ictus ischemico

La chirurgia bariatrica e il suo recente ictus ischemico
La chirurgia bariatrica e il suo recente ictus ischemico

L’obesità è una sfida globale che coinvolge un numero crescente di individui in tutto il mondo. Questa condizione, caratterizzata da un eccesso di peso corporeo, porta con sé una serie di rischi per la salute, tra cui malattie cardiache, diabete e problemi muscoloscheletrici.

Platinette ha vissuto una storia d’amore con una ragazza che avrebbe potuto renderlo padre. Tuttavia, hanno deciso di abortire pochi mesi prima dell’esame di maturità, affrontando numerose difficoltà date la giovane età e la pratica illegale dell’aborto all’epoca. Riguardo alla sua vita sentimentale, ha dichiarato di aver avuto storie tormentate, incluso un rapporto con un medico e un elettricista che si è rivelato essere interessato solo al denaro. Nel 2019, ha annunciato un temporaneo ritiro dalla televisione a causa di un disturbo alimentare, il mangiare compulsivo.

Nonostante gli sforzi, inclusi vari tentativi di trattamento con nutrizionisti, Coruzzi ha dovuto ricorrere alla chirurgia bariatrica per preservare la propria vita. Ammette che l’intervento non è una soluzione definitiva e che la relazione distorta con il cibo persiste, come dimostra il suo recente ictus ischemico nel marzo 2023. Platinette sottolinea l’importanza di accettare l’aiuto e di affrontare la patologia con consapevolezza, riconoscendo le proprie vulnerabilità. Nonostante gli sforzi nel controllare l’alimentazione, ammette di avere ancora grandi quantità di cibo in casa, come se dovesse preparare cene per molte persone ogni sera.

Coruzzi evidenzia la complessità nel trattare l’obesità e critica approcci unidimensionali basati su diete rigide e restrizioni alimentari. Sottolinea la necessità di un‘educazione sull’alimentazione sana e l’importanza dell’attività fisica, ma ammette che da solo non è sufficiente a superare la malattia.

Potrebbe interessarti anche: Kate Middleton, la prima uscita ufficiale dopo l’intervento