Il destino amaro di Andrea Bocelli: come ha perso la vista

Andrea Bocelli, il celebre tenore toscano, ha conquistato il cuore di un pubblico internazionale con la sua voce incantevole, diventando un ospite ambito negli eventi più prestigiosi del mondo della musica.

Tuttavia, dietro il suo sorriso luminoso, si nasconde una tragedia personale che ha segnato profondamente la sua vita: la perdita della vista. Nato nel 1958 in una famiglia di agricoltori nella provincia di Pisa, Bocelli ha trascorso la sua giovinezza coltivando la passione per la musica, cantando nei cori delle chiese e nei pianobar.

Nonostante i suoi talenti musicali, ha intrapreso gli studi in Giurisprudenza e ha persino conseguito un diploma al Conservatorio in Canto Lirico, ma la sua vera vocazione lo ha spinto ad abbandonare la carriera legale per dedicarsi completamente alla musica.

La sua ascesa alla fama è stata graduale ma costante: nel 1992 ha ottenuto visibilità grazie alla collaborazione con Zucchero in “Miserere”, seguita dalla vittoria a Sanremo nel 1994 con “Il mare calmo della sera”. Il suo inno alla passione, “Con te partirò”, ha consolidato la sua fama a livello internazionale, dopo essere stato tradotto in lingua inglese.

Il tragico destino e la perdita della vista del tenore

Il tragico destino e la perdita della vista del tenore
Il tragico destino e la perdita della vista del tenore

Tuttavia, il destino di Bocelli ha subito una svolta tragica all’età di dodici anni, quando un incidente durante una partita di calcio gli ha fatto perdere completamente la vista. Nonostante fosse nato ipovedente a causa di un glaucoma congenito, la pallonata sugli occhi lo ha privato completamente della vista e ha cambiato irrevocabilmente il corso della sua vita.

Nonostante questa tragedia, Bocelli non ha mai rinunciato ai suoi sogni. Con determinazione e passione, ha continuato a perseguire la sua carriera musicale, raggiungendo traguardi straordinari e diventando un’icona nel panorama musicale internazionale. Inoltre, ha formato una famiglia con la moglie Veronica Berti, dimostrando che l’amore e la dedizione possono superare ogni ostacolo.

Oggi, Bocelli continua a incantare il pubblico con le sue esibizioni in tutto il mondo, e gestisce insieme alla moglie uno stabilimento balneare a Forte dei Marmi, trovando soddisfazione anche al di fuori del mondo della musica. La sua storia è un testamento alla forza di volontà e alla resilienza umana, e ci ricorda che anche nell’oscurità più profonda può risplendere una luce di speranza.

Potrebbe interessarti anche: Roberto Vecchioni e quel dramma incancellabile: il dolore non passa