Eredità Berlusconi: chi ha comprato le ville dell’ex Premier

Eredità Berlusconi: chi ha comprato le ville dell’ex Premier. Andiamo a scoprire a chi sono andati i beni immobili della famiglia dopo la morte del Cavaliere e la decisione dei figli di vendere. 

Il vasto patrimonio immobiliare appartenuto a Silvio Berlusconi ha da tempo attirato l’attenzione per la sua suddivisione in famiglia, rappresentando un’eredità significativa del Cavaliere. Questo assortimento di prestigiose proprietà, che include la rinomata Villa Certosa nella Costa Smeralda e la sontuosa residenza di Arcore, è oggetto di crescente speculazione riguardo al suo destino futuro.

La successione di Silvio Berlusconi comprende una serie di sontuose residenze sparse per l’Italia, frutto degli investimenti compiuti nel corso degli anni. Attualmente, questi beni stanno passando sotto il controllo degli eredi, attraverso un complesso processo di acquisizione che coinvolge principalmente l’Immobiliare Idra, con prospettive di gestione affidate alla Fininvest Real Estate per una somma pari a 400 milioni di euro.

Fonti vicine all’operazione rivelano che Villa San Martino ad Arcore, a lungo dimora principale della famiglia, è oggetto di un accordo per il suo utilizzo futuro. Attualmente abitata da Marta Fascina, l’ultima compagna di Berlusconi, si vocifera che la residenza sarà gestita dai figli e potrebbe ospitare incontri familiari o addirittura diventare la sede di una futura fondazione in onore del Cavaliere.

Tutte le ville di Berlusconi

Allo stesso modo, sono stati raggiunti accordi per altre residenze di prestigio come Villa Campari a Lesa e Villa Belvedere a Macherio. La prima è stata acquisita da Marina Berlusconi, presidente di Fininvest, mentre la seconda dovrebbe essere comprata da Barbara Berlusconi per 25 milioni di euro.

Il destino delle restanti proprietà immobiliari di Berlusconi rimane oggetto di speculazione. Alcune di esse sono già sul mercato, come Villa Certosa, stimata tra i 300 e i 500 milioni di euro e attualmente gestita dalla Dils. Anche altre dimore del Cavaliere, come Villa Grande (o Villa Zeffirelli) e Villa Borletti, sono oggetto di interesse, con i fratelli Berlusconi che hanno diritto di prelazione.

Luigi Berlusconi, figlio di Silvio e Veronica Lario, ha già acquisito Villa Borletti a Milano, dove si sono svolti incontri storici tra cui quelli relativi alla spartizione della Mondadori negli anni ’90. La residenza è stata oggetto di ristrutturazioni da parte di Luigi in seguito all’acquisto.

Potrebbe interessarti anche: Ponte 25 aprile: le migliori mete italiane low cost