Supersex, dove è stata girata la serie più chiacchierata del momento

Supersex, dove è stata girata la serie più chiacchierata del momento: andiamo a scoprire tutti i dettagli che stanno tenendo banco e che riguardano per lo più dettagli sulla vita di Rocco Siffredi. 

Su Netflix fa il suo debutto “Supersex”, una serie televisiva che getta uno sguardo penetrante sulla vita del leggendario attore per adulti, Rocco Siffredi. Questa produzione, già al centro di numerose discussioni prima della sua uscita, si rivela essere un’immersione profonda e intimamente personale nella vita dell’icona del cinema per adulti, tracciando un percorso che va dall’infanzia fino ai giorni attuali.

Ma quali sono le location che hanno fatto da sfondo a questa serie tanto discussa? La trama di “Supersex” racconta la storia di Rocco Siffredi attraverso gli occhi di Alessandro Borghi, che porta sullo schermo la complessità e l’umanità del personaggio. La serie, diretta da Matteo Rovere insieme a Francesco Carrozzini e Francesca Mazzoleni, si apre nel 2004 con l’annuncio del ritiro di Rocco dalle scene durante una conferenza stampa, un momento cruciale che svela le tensioni interiori del protagonista legate alla perdita del fratello, interpretato da Adriano Giannini.

Da qui, la narrazione si snoda attraverso i vari capitoli della vita di Rocco, dalla sua famiglia alle sue relazioni amorose, fino a scoprire le motivazioni dietro la trasformazione da Rocco Tano a Rocco Siffredi, il nome che lo ha reso famoso in tutto il mondo come uno dei più grandi attori del settore.

Tutte le location di Supersex

Serie Supersex
Serie Supersex

Le location di “Supersex” offrono uno spaccato variegato e suggestivo. Le riprese sono iniziate nel settembre 2022 e sono terminate nel febbraio 2023, toccando diverse destinazioni sia in Italia che all’estero.

Roma, con la sua storia millenaria e la sua atmosfera unica, è stata una delle principali location italiane, fornendo un’ambientazione autentica per molte scene cruciali della serie. Ortona, la città natale di Rocco Siffredi in provincia di Chieti, ha contribuito con il suo fascino e la sua bellezza naturale a rendere ancora più tangibile il contesto della narrazione.

Altre scene sono state girate in diverse località italiane, come il suggestivo Bullicame di Viterbo, citato persino da Dante nella Divina Commedia, e il pittoresco borgo di Ariccia, noto per la sua architettura e i suoi scorci suggestivi.

Ma non solo Italia. Parte delle riprese si sono svolte anche in altri luoghi d’Europa, come Parigi, la romantica capitale francese, con le sue strade acciottolate e i suoi monumenti iconici, Budapest, definita la “perla del Danubio” per la sua bellezza e la sua cultura termale, e Los Angeles, la città degli angeli, famosa per i suoi studi cinematografici e la sua vivace scena artistica.

Potrebbe interessarti anche: “Ho sofferto tanto”: Stash, confessione in diretta tv