WhatsApp, attenzione all’ultima truffa: ti tolgono tutto

WhatsApp, attenzione all’ultima truffa: ti tolgono tutto. Massima allerta con l’utilizzo della chat di messaggistica istantanea più famosa in tutto il mondo. 

Non si fermano le truffe su WhatsApp: negli ultimi tempi, si è assistito alla diffusione di proposte di lavoro invitanti su questa chat, promettendo guadagni facili e la comodità di lavorare da casa. È fondamentale essere consapevoli del fatto che molte di queste offerte sono, in realtà, truffe. Le cosiddette “job scam” stanno diventando sempre più comuni, presentandosi come lavori remunerativi che possono essere eseguiti tranquillamente da casa propria.

Spesso i truffatori si mascherano da rappresentanti di aziende affidabili o creano intere entità aziendali fittizie, complete di siti web apparentemente autentici. Alcuni indizi che potrebbero far scattare l’allarme includono richieste di denaro anticipato per “sbloccare” il pagamento o per coprire spese amministrative, oltre a promesse di retribuzioni esageratamente alte per compiti apparentemente semplici.

Come individuare una potenziale truffa su WhatsApp

Come individuare una potenziale truffa su WhatsApp

Ecco i principali messaggi che ci potrebbero arrivare:

  1. Messaggi da numeri sconosciuti: se ricevi messaggi su WhatsApp da numeri non presenti nella tua rubrica, che si propongono come rappresentanti di aziende o offrono lavoro senza che tu abbia inviato una candidatura, potrebbe trattarsi di un tentativo di truffa.
  2. Proposte di guadagni sproporzionati rispetto ai compiti: se ti vengono offerti guadagni considerevoli per compiti che sembrano eccessivamente semplici, come guardare video o scrivere recensioni online, è probabile che si tratti di una frode. Le opportunità lavorative legittime di solito offrono una retribuzione equa in base alle responsabilità.
  3. Richiesta di denaro anticipato: se ti viene chiesto di pagare una tassa, una commissione o altre spese prima di iniziare a lavorare o per ricevere il pagamento, è probabile che si tratti di una truffa. Le aziende autentiche di solito non richiedono ai dipendenti di versare denaro per iniziare a lavorare.
  4. Messaggi con errori grammaticali o linguaggio poco chiaro: spesso i truffatori utilizzano un linguaggio poco professionale e commettono errori grammaticali nei loro messaggi. Se il testo sembra poco chiaro o mal tradotto, è probabile che si tratti di un tentativo di truffa.
  5. Pressioni per rispondere rapidamente: se ti viene chiesto di rispondere tempestivamente o prendere decisioni senza avere il tempo di valutare attentamente l’offerta, potrebbe essere un tentativo di costringerti ad agire impulsivamente.

Se ricevi un messaggio sospetto riguardante un’offerta di lavoro su WhatsApp, è importante agire prontamente per proteggerti e proteggere gli altri utenti. Puoi segnalare il messaggio come spam direttamente dall’applicazione stessa. Per farlo, apri la chat con il mittente, tocca il menu a tre puntini in alto a destra, seleziona “Altro” e quindi “Segnala come spam”. Inoltre, è consigliabile informare le autorità competenti, come la polizia postale, e denunciare l’accaduto.

Potrebbe interessarti anche: Allerta formiche invasive nel mondo: una minaccia per tutti