Meteo giugno, pioggia o estate? Cosa dobbiamo aspettarci

Con l’arrivo di giugno, l’estate cerca di consolidarsi, ma potrebbe ancora risentire delle dinamiche atmosferiche della primavera appena conclusa.

La variabilità climatica sarà meno marcata rispetto a maggio, con anticicloni che non dureranno a lungo. In generale, le temperature dovrebbero mantenersi sopra la media stagionale. Gli ultimi giorni di maggio saranno caratterizzati dal passaggio di un impulso instabile da nord a sud, portando ulteriori precipitazioni.

Successivamente, la pressione atmosferica aumenterà da ovest, favorendo un miglioramento delle condizioni meteo con l’inizio di giugno. Il clima sarà più secco su gran parte d’Italia, ma il Sud risentirà ancora della bassa pressione in allontanamento, con piogge residue, soprattutto sui versanti ionici. In Europa, le temperature saranno superiori alla media, specialmente in Scandinavia, che ha appena affrontato un periodo molto freddo.

Come saranno le previsioni dal 2 al 10 giugno

Durante la prima decade di giugno, un aumento della pressione sull’Italia centro-meridionale e sui Balcani sarà accompagnato da un calo di pressione sull’Europa centro-occidentale, portando a un aumento della piovosità in quelle regioni. In Italia, questo scenario favorirà un clima stabile e secco, in particolare al Centro-Sud. Al Nord, invece, permarrà una certa instabilità, con perturbazioni che interesseranno soprattutto le Alpi e le Prealpi. Anche in questa fase, le temperature saranno sopra la media del periodo.

Le previsioni per giugno 2024 indicano un mese di transizione verso condizioni estive più stabili, ma con ancora qualche residuo di instabilità ereditato dalla primavera. Il modello europeo ECMWF suggerisce un mese di giugno con temperature generalmente superiori alla media stagionale e precipitazioni variabili a seconda delle zone: più secche al Centro-Sud e più instabili al Nord.

L’Europa settentrionale, in particolare la Scandinavia, sperimenterà un significativo aumento delle temperature dopo un periodo di freddo persistente. Questo quadro meteo, seppur con qualche variabilità, prefigura un avvio d’estate caratterizzato da una progressiva stabilizzazione delle condizioni atmosferiche, che dovrebbe portare a periodi più prolungati di bel tempo, specialmente nelle regioni centro-meridionali italiane.

Il mese di giugno 2024 vedrà l’estate affermarsi gradualmente, con temperature sopra la media e condizioni meteorologiche che variano tra stabilità al Centro-Sud e instabilità al Nord, mantenendo però una generale tendenza al miglioramento.

Potrebbe interessarti anche: Come preparare la pelle al sole senza danneggiarla: consigli e solari ideali per l’estate