Come eliminare le erbacce dal giardino: il trucco della candeggina

Se siete stanchi di rimuovere manualmente le erbacce dal vostro giardino, ci sono alcuni trucchi efficaci, tra cui l’uso della candeggina.

Questo metodo, se utilizzato correttamente, può essere un valido alleato nella lotta contro le piante infestanti. Scopriamo insieme come funziona. Le erbacce sono piante invasive che competono con le altre piante per nutrienti, acqua, luce solare e spazio. Possono rapidamente colonizzare vaste aree, minacciando la salute del giardino. La rimozione manuale è il metodo più naturale per gestirle, ma è un compito faticoso e deve essere eseguito regolarmente per essere efficace.

Il trucco della candeggina e altri rimedi naturali

La candeggina, contenente ipoclorito di sodio, è un potente disinfettante che può distruggere le piante. Tuttavia, deve essere utilizzata con molta cautela, poiché non è un rimedio naturale e può danneggiare l’ambiente circostante. La candeggina è adatta per eliminare le erbacce tra le piastrelle o i mattoni, ma non deve essere usata direttamente nel giardino per evitare di danneggiare le piante desiderate e il terreno.

Per utilizzare la candeggina in sicurezza, versatela direttamente sulle erbacce in aree selezionate. Non miscelatela con altri prodotti e indossate protezioni come guanti e mascherina per evitare l’inalazione dei vapori. Oltre a eliminare le erbacce, la candeggina diluita è utile per sterilizzare vasi e strumenti da giardinaggio. Mescolatela con acqua (in proporzione 1:10) e immergete gli attrezzi per circa mezz’ora. Risciacquateli bene prima di utilizzarli.

La candeggina può anche prolungare la vita dei fiori recisi. Aggiungete tre gocce di candeggina e un cucchiaino di zucchero in un litro d’acqua e utilizzate questa soluzione per riempire il vaso dei fiori.

Oltre alla candeggina, esistono vari rimedi naturali per combattere le erbacce:

Acqua bollente: versare direttamente sulle erbacce per farle seccare.
Macerato di ortica: spezzettare le foglie di ortica, metterle in un contenitore con 10 litri d’acqua e lasciarle fermentare per una o due settimane. Filtrare e spruzzare il composto sulle erbacce.
Succo di limone: mescolare una parte di succo di limone con cinque parti d’acqua e spruzzate la soluzione sulle erbacce ogni 15 giorni.
Aceto di vino bianco: diluire una parte di aceto con quattro parti d’acqua e spruzzate il composto sulle erbacce.
Bicarbonato di sodio: sciogliere due cucchiai di bicarbonato in un litro d’acqua e spruzzate sulle erbacce.
Diserbante naturale: mescolare una tazza di aceto di vino bianco, un cucchiaio di sapone liquido, un cucchiaio di bicarbonato e un cucchiaio di olio di neem. Spruzzare la soluzione sulle erbacce da eliminare.
Questi rimedi sono economici, facili da preparare e spesso altrettanto efficaci dei prodotti chimici, senza i loro effetti collaterali negativi.

Potrebbe interessarti anche: Come difendersi da api e vespe in giardino: i rimedi naturali